BLOG ACQUA

BLOG ACQUA

Ma l'importanza del circolo dell'abitudine (habit loop) è che ci rivela una verità fondamentale: quando si forma un'abitudine, il cervello non partecipa più al processo decisionale. Smette di lavorare, oppure si rivolge ad altri compiti. Così, a meno che non ci mettiamo di proposito a combattere contro un abitudine - a meno che non troviamo routine...

Da bambini, i nostri sogni a occhi aperti ci vedevano tra i migliori protagonisti del momento: un attore che vinceva un Oscar, oppure un atleta che effettuava una giocata vincente. Ma poi, crescendo, i nostri genitori, insegnanti e amici hanno preso a parlarci molto di più di ciò che si poteva e non si doveva fare, che non di...

Giungere al punto in cui non si prova più terrore al cospetto della parola NO è un momento di grande liberazione, che ogni negoziatore deve necessariamente raggiungere. Se la sua più grande paura è proprio un NO, non può negoziare, perché significa che è ostaggio del Sì. È come se avesse le manette ai polsi.

Il vescovo di Milano, Tettamanzi, afferma che l'entusiasmo affettivo straordinario che si ha nel periodo dell'innamoramento è uno stato transitorio destinato a diminuire appena inizia l'amore, che consiste nello stare insieme veramente con la realtà e con la totalità della persona dell'altro: amore deriva dalla parola greca ama che significa...

La repressione, l'oppressione, la mancanza di libertà, il conformismo, l'ipocrisia...sono tutti fatti maturati in seno alla famiglia. Perché la famiglia praticamente è un altro che una piccola difesa un po' meschina che fa l'uomo per difendersi dal terrore, dalla paura, dalla fame...è una specie d'istinto di difesa per cui l'uomo si crea una tana e...

Partite sempre dalla considerazione che non si tratta di una malattia mentale, ma di una specificità rara del cervello, per cui non siamo malati, né autistici, né psicotici, ma diversi in quanto minoranza...

Questa mania di far diventare malato tutto ciò che è raro o inusuale è propria di chi studia medicina, tentando di spiegare le ragioni della diversità, proprio come fa la società che, di fronte a comportamenti e sentimenti inusuali, definisce matto il diverso, oppure lo chiama malato di mente, disabile o handicappato, etichette facili da imporre,...

"Quando un figlio non segue lo schema tracciato dai genitori; quello è il segnale della vera libertà! quello è il segnale della vera intelligenza!"