Gesù e i suoi discepoli erano a Gèrico. Mentre stavano uscendo dalla città, seguiti da molta folla, un mendicante cieco era seduto sul bordo della strada. Si chiamava Bartimèo ed era figlio di un certo Timèo. Quando sentì dire che passava Gesù il Nazareno, cominciò a gridare: "Gesù, Figlio di Davide, abbi pietà di me!". Molti si misero a sgridarlo per farlo tacere, ma quello gridava ancora più forte: "Figlio di Davide, abbi pietà di me!". Gesù si fermò e disse: Chiamatelo qua. MARCO CAP. 10.

L'Esichia

L' Esicasmo (dal greco ἡσυχασμός hesychasmos, da ἡσυχία hesychia, calma, pace, tranquillità, assenza di preoccupazione) è una dottrina e pratica ascetica diffusa tra i monaci dell'Oriente cristiano fin dai tempi dei Padri del deserto (IV secolo). Pratica ancora diffusa nel mondo ortodosso ed in particolare dai monaci del monte Athos.

Scopo dell' Esicasmo è la ricerca della pace interiore, in unione con Dio e in armonia con il creato. 

Ecco la quantità delle invocazioni da esternare in modo perpetuo. Le giaculatorie sono brevi frasi da recitare con sincerità e possibilmente comprendendo il nome di Dio.

100 giaculatorie interiori

100 giaculatorie verso il Tutto contrassegnate con la lettera Comunitarie

100 giaculatorie Mariane

Dopo ogni centinaia dire:  Non chiunque mi dice: «Signore, Signore», entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.

1) 300 invocazioni totali da recitare senza posa.

2) Strumenti tecnici da utilizzare per le pie invocazioni perpetue.

3) Atteggiamento e predisposizione psicofisico spirituale.

KYRIE ELEISON: Tu che sei, manda su di me, su tutti, il tuo soffio, il tuo spirito, e tutto sara' rinnovato. Che la tua misericordia, la tua bonta' sia su di me, su tutti. Non guardare alla mia impotenza ad amarti, a respirare te, fa rifiorire il mio desiderio. Trasforma il mio cuore di pietra in cuore di carne.

Traduzione di Kyrie Eleison tratta dal libro L' Esicasmo. Che cos'è come lo si vive. 

Jean-Yves Leloup


« Si concede l'indulgenza parziale al fedele che, nel compiere i suoi doveri e nel sopportare le avversità della vita, innalza con umile fiducia l'animo a Dio, aggiungendo, anche solo mentalmente, una pia invocazione », sono arricchiti di indulgenza soltanto quegli atti, con i quali il fedele, mentre compie i suoi doveri e sopporta le avversità della vita, innalza la mente a Dio nel modo indicato. Atti del genere, attesa l'umana debolezza, non sono frequenti. 

Manuale delle Indulgenze.


Manda il Tuo Spirito Signore e rinnova la faccia della terra!

O Maria, mia Stella orientami nel cammino della vita!




Sopra alcune delle preghiere utilizzate fra quelle in elenco. 


lo staff di Entra Solo Chi è + Felice ringrazia per l'ascolto